20 Settembre 2017

MUSEO DELL' OCCHIALE

dove si raccoglie, studia e conserva il patrimonio intorno all' occhiale

Cadore: nel nostro immaginario collettivo pensiamo al Vajont, alle Dolomiti, alle pisce ciclabili e alle malghe in cui mangiamo divinamente. Il Cadore è anche culla della storia dell’occhialeria italiana: il paese di Pieve di Cadore ospita il Museo dell’occhiale.

Nato degli anni ‘50 da un’idea del medico e archeologo Enrico De Lotto, sviluppata e realizzata in seguito da VIttorio Tabacchi, l’allora presidente dell’azienda Safilo nonché appassionato collezionista di occhiali, è stato inaugurato nel 1990 a Tai di Cadore. Dal 1996 è gestito dalla Fondazione Museo dell'Occhiale Onlus a Pieve di Cadore e dal 2007 è ospitato in una moderna struttura attigua alla casa natale del pittore Tiziano Vecellio.

Obiettivo del Museo è quello di raccogliere, studiare e conservare il patrimonio di oggetti, immagini, testimonianze scritte e orali riguardanti la storia dell'occhiale e di altri strumenti ottici nelle sue diverse declinazioni.

Visitare il museo è un tuffo nella storia dell’occhiale e della sua evoluzione: qui possiamo vedere come erano gli occhiali prima che fosse inventata l’attuale asta rigida, oppure un occhiale inserito in un ventaglio, o ancora un occhiale intagliato in un bastone da passeggio.

Il Museo, oltre a custodire la storia dell’occhiale, è sede di conferenze, presentazione di libri e mostre d’arte temporanee. È un piacere vedere come quel sogno di oltre settant’anni fa sia una realtà oggi assodata e integrata nel territorio cadorino e italiano.

Museo dell'occhiale

INFO MUSEO:
Fondazione Museo dell’Occhiale onlus
Via Arsenale, 15 32044 Pieve di Cadore BL
tel. 0435.500213

© meme S.r.l.
Via Flaminia, 212
61036 Calcinelli di Colli al Metauro (PU)
T. +390721892434
PI: IT02306670411